Chi Siamo

La storia

La Fondazione della Comunità Chierese è nata nel settembre 2020 in un contesto storico complesso, gravato dalla pandemia. Una pluralità di persone e associazioni hanno scelto questo strumento per rafforzare l’identità territoriale, promuovere la cultura del dono e favorire il benessere di tutti coloro che abitano nel Chierese. Infatti i 59 soci fondatori sono la testimonianza di un tessuto molto vivace, sia in termini di impegno civile e culturale sia in termini associativi. La Fondazione opera su un territorio vasto, costituito da 25 comuni distribuiti su 410 Km, abitati da oltre 105.000 cittadini

 

Durante il primo anno la Fondazione della Comunità Chierese ha sostenuto alcuni progetti per sperimentare la sua capacità di agire sul territorio. Si è messa in ascolto ed ha sostenuto alcune realtà nella progettazione arrivando a proporre il suo primo bando, dedicato agli Enti del Terzo Settore del Chierese. Anche durante la pandemia la Fondazione è stata accanto alle associazioni, alle imprese e alla cittadinanza più fragile. Grazie all’impegno di alcuni fondatori abbiamo promosso l’iniziativa “Un cestino per ricominciare”. Grazie alla vendita di cassette di prodotti tipici locali (asparagi e ciliegie), abbiamo messo in campo un’azione di fundraising per sostenere i produttori agricoli locali. Una parte del ricavato è sto donato alla mensa sociale del territorio.

 

Oggi la Fondazione continua il suo lavoro di ascolto dei bisogni degli enti del territorio e di coloro che lo abitano, continuando a costruire reti e rapporti con le amministrazioni e i cittadini. Inoltre La  Fondazione organizza e partecipa a tavoli di confronto per rispondere in modo concreto ai reali bisogni.

METODI DI INTERVENTO

La Fondazione della Comunità Chierese per individuare i progetti da sostenere fa riferimento ad un modello operativo che si basa sull’ascolto e sull’azione

I progetti nascono da un processo di confronto, dallo studio dei bisogni e delle necessità per sostenere interventi di utilità sociale vicini alle esigenze quotidiane delle persone.

 

La nostra progettazione è sempre condivisa con gli stakeholder territoriali, con cui individuiamo visioni e opportunità, a cui aggreghiamo attori e risorse, per sostenere i nostri interventi.

I risultati dei nostri interventi sono sempre monitorati per comprenderne la sostenibilità. 

 

I nostri strumenti:

– Bandi 

– Progetti

– Fondi solidali

LE FONDAZIONI DI COMUNITà

Le Fondazioni di Comunità nascono nel 1914 negli Stati Uniti. La loro esistenza viene comunemente fatta risalire alla costituzione della prima Community Foundation in Ohio, la Cleveland Foundation, ad opera del banchiere Frederick Harris Goff. In Italia le prime Fondazioni di Comunità sono nate nel 1998 su volontà di Fondazione Cariplo, nei capoluoghi di provincia della Lombardia, oltre a Novara e a Verbania. Da allora, questa esperienza si è moltiplicata  in tutto il Paese, anche ad opera di Compagnia di San Paolo e Fondazione con il Sud.

 

Le Fondazioni di Comunità sono enti non profit con personalità giuridica, privata e autonoma che nascono e si sviluppano anche su iniziativa di soggetti istituzionali, economici e del Terzo Settore di uno specifico territorio. Il loro scopo è quello di migliorare la qualità della vita della comunità presso la quale sorgono. Operano come snodo fra le parti sociali presenti in una specifica area geografica lavorando con loro sui bisogni emergenti e sull’implementazione della cultura e della pratica del dono. 

 

Le Fondazioni di Comunità operano come intermediari della filantropia e come attivatori di risorse e competenze pubbliche e private per il raggiungimento di obiettivi di impatto. Questi soggetti agiscono come punto di riferimento e snodo della attività filantropica. Coordinano e finanziano le iniziative e le organizzazioni non profit del territorio.

Da non confondere con le Fondazioni Bancarie, le Fondazioni di Comunità in Italia sono 37.